Migliori prestiti Inps, i più convenienti

Migliori prestiti Inps, i più convenienti

Cercate un prestito veloce e conveniente? Tra le soluzioni più convenienti che ci vengono offerte dal mercato ci sono i finanziamenti proposti da Inps. L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale consente ai propri clienti di ricevere prestiti personali da ricevere per qualsiasi finalità, a tassi d’interesse super competitivi. Vediamo dunque quali sono le categorie di clienti alle quali si rivolgono questi prodotti e tutti i requisiti richiesti dall’Istituto per ricevere la somma desiderata.

Scopriamo tutte le caratteristiche dei migliori prestiti Inps. Vediamo qual è l’importo richiedibile e quali sono le modalità di erogazione e di rimborso proposte. Inoltre come calcolare la rata che andremo ad affrontare ogni mese tramite un preventivo completamente gratuito, che ci permetterà di confrontare le soluzioni proposte da Inps con i prodotti messi a disposizione. Infine come effettuare la richiesta del finanziamento di cui abbiamo bisogno, con la lista dei documenti che dovremo avere con noi per avviare la procedura.

Migliori prestiti Inps: ecco tutte le opzioni più convenienti

Se siete interessati a ricevere un prestito di qualsiasi tipo, tra le opportunità da prendere assolutamente in considerazione ci sono i prestiti offerti dall’Inps. Vediamo nel dettaglio quali sono tutte le opzioni che ci vengono offerte. Innanzitutto partiamo con lo specificare a chi sono rivolti questi finanziamenti. Le categorie che potranno scegliere queste forme di prestito sono quelle dei lavoratori dipendenti ed i pensionati, coloro che dunque possano dimostrare di avere un’entrata garantita ogni mese.

I prestiti offerti da Inps si dividono in due macro categorie: i piccoli prestiti e i prestiti pluriennali. La somma che potremo richiedere con queste forme di prestito, dipende dallo stipendio o dalla pensione netta percepita, e dalla durata del finanziamento. Con i piccoli prestiti è possibile ricevere un importo che va da una mensilità netta, da restituire in 12 mesi, fino ad un massimo di quattro mensilità nette, che restituiremo in 48 mesi.

Si tratta dell’opzione più conveniente per chi abbia bisogno di un piccolo importo. Il tasso d’interesse sarà fisso del 4,25%. Se la somma di cui avete bisogno è più importante, allora la scelta giusta è quella dei prestiti pluriennali. Anche in questo caso l’importo richiedibile dipenderà dalla nostra entrata mensile. Per quanto riguarda la soglia massima stabilità dall’Inps, questa è fissata a 110.000 euro, dunque una somma che ci può essere utile per qualsiasi finalità. Vi sottolineiamo anche in questo caso la convenienza di questo prodotto, il cui tasso d’interesse è fissato a 3,50%.

Come richiedere un preventivo per ricevere un prestito Inps veloce e conveniente

Se siete interessati a ricevere un prestito Inps, che come abbiamo visto sono piuttosto convenienti, il nostro consiglio è quello di richiedere un preventivo gratuito online. Sul sito internet dell’Inps abbiamo la possibilità di consultare il cosiddetto prontuario, un documento in cui troviamo una tabella per ognuno dei prodotti offerti dall’Istituto. Ogni riga della tabella si riferisce ad un diverso importo richiedibile (arrotondato alla cifra delle centinaia). E per avere chiare tutte le opportunità vi consigliamo di leggere anche tutte le info sulla cessione del quinto Inps.

Per conoscere tutte le caratteristiche del finanziamento offertoci dalla compagnia, quello che dovremo fare sarà dunque individuare innanzitutto la tabella relativa al prestito che ci interessa. Nella riga il cui importo è pari a quello da noi desiderato, troveremo subito la rata mensile che andremo ad affrontare ogni mese. Nelle successive colonne troveremo dunque tutte le spese che affronteremo: gli interessi di differimento, le spese amministrative e la spesa relativa al Fondo Rischi, che dipenderà dalla durata scelta e dall’età del cliente.

Una volta ricavate tutte le informazioni di cui avevamo bisogno, dunque, possiamo confrontarle con le caratteristiche dei prestiti offerti dalle diverse banche. Se il prodotto ci risulta particolarmente conveniente, quello che ci manca da fare è procedere con la richiesta del finanziamento desiderato. I documenti che ci serviranno per richiedere il prestito, online o presso uno degli uffici Inps, saranno la carta d’identità prestiti Inps fino a 90 anni(possono essere richiesti ), il codice fiscale, e l’ultima busta paga o il cedolino della pensione, sulla base dei quali saranno calcolati la rata massima che potremo affrontare e dunque l’importo massimo al quale potremo aver accesso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *