Prestiti auto per pensionati

Prestiti auto per pensionati

Anche quando si va in pensione non è necessario rinunciare alle proprie abitudini, né bisogna privarsi di “coccolarsi” con qualche nuovo regalo o evitare di fare acquisti necessari perché si teme di non essere nella condizione ottimale: richiedere un prestito per acquistare un’auto per esempio rientra sicuramente tra i diritti di cui anche un pensionato può e deve godere a pieno titolo, in modo del tutto identico a un individuo che non è ancora in pensione.

Oggigiorno sono presenti molteplici società creditizie che si occupano di fornire ai propri clienti pensionati soluzioni vantaggiose con condizioni agevolate e piani di ammortamento sostenibili nel tempo, così da poter proporre ai richiedenti prestito il miglior prodotto finanziario capace di consentire l’acquisto dell’auto in totale serenità.

Benché non esistano in linea di massima prestiti specifici per pensionati che permettano di acquistare un’auto (nuova o usata che sia), sono presenti interessanti offerte che, tramite una modalità di richiesta semplice e intuitiva, consentono di far fronte a questo tipo di spesa in maniera immediata e soddisfacente.

Andiamo dunque a vedere di seguito quali sono gli enti a cui è possibile rivolgersi per richiedere un prestito auto per pensionati e quali sono le principali società creditizie capaci di venire in contro in maniera ottimale a questo tipo di spesa.

Prestito auto per pensionati: a chi è meglio rivolgersi?

Forse non tutti sanno che per richiedere un prestito che abbia come finalità l’acquisto di un’automobile, ci si può rivolgere sia a un istituto finanziario che a una concessionaria, e il discorso non cambia anche per quanto riguarda la concessione di prestiti ai pensionati.

Per quanto riguarda il finanziamento da richiedere a una società creditizia, è bene sapere che questa è probabilmente l’alternativa più flessibile e personalizzabile, in quanto tiene conto in maniera soddisfacente di tutte le esigenze del cliente essendo abituata a fornire prestiti ad hoc. Dunque, nel caso di prestiti auto richiesti da pensionati, potrebbe rivelarsi la soluzione migliore in quanto la situazione risulta essere un po’ diversa dal punto di vista delle garanzie reddituali.
In caso si sia intenzionati a rivolgersi a una società finanziaria, è bene sapere che se si è orientati verso l’acquisto di un’auto usata le somme massime erogabili vengono stabilite dai listini di valutazione Eurotax, e la durata del finanziamento risulta essere inferiore rispetto a quella relativa all’acquisto di una vettura nuova.

Per quanto riguarda le agevolazioni, come è stato anticipato in precedenza gli istituti creditizi mettono a disposizione dei propri clienti pensionati una serie di prodotti specifici che vengono in contro in maniera ottimale alle risorse economiche del richiedente prestito, e sarà dunque possibile godere di tassi agevolati e piani di ammortamento personalizzati.

Per quanto riguarda il finanziamento stipulato in concessionaria invece, è bene sottolineare che, trattandosi di un prestito finalizzato, ci si riferisce a un tasso d’interesse fisso. In questo caso il piano di ammortamento a rate costanti è determinato in tutto e per tutto dalla concessionaria, e risulta dunque essere meno flessibile rispetto al precedente, almeno per quanto riguarda gli individui in pensione. Tuttavia un punto a favore consiste nel fatto che il rivenditore di automobili si occupa in tutto e per tutto della compilazione della pratica necessaria per la stipula del prestito e la invia personalmente alle società creditizie con le quali è convenzionato. In caso di risposta positiva, l’acquirente dovrà impegnarsi a rimborsare il capitale anticipato tramite le condizioni prescritte.

Prestito auto per pensionati: è possibile con la formula di Cessione del Quinto?

Come abbiamo anticipato nel paragrafo precedente, benché richiedere un prestito auto per pensionati presso una concessionaria sia un’operazione abbastanza vantaggiosa sotto alcuni aspetti, stipulare un finanziamento con le società creditizie al fine di acquistare un’automobile rimane sicuramente la migliore alternativa in modo particolare per i pensionati.

Una delle soluzioni più gettonate proposte dai più accreditati istituti finanziari consiste nell’attivazione di un prestito con Cessione del Quinto, al fine di ottenere la liquidità desiderata per acquistare un’auto nuova senza rinunciare alle agevolazioni per pensionati tipiche di questa tipologia di finanziamento.
Ma com’è possibile richiedere un prestito auto per pensionati con Cessione del Quinto?
In primo luogo bisogna tenere a mente quali sono i requisiti e le garanzie necessarie per tutelare l’ente erogatore in caso di mancato pagamento.
Oltre ai classici documenti da presentare in sede di contratto quali documento d’identità, codice fiscale, cedolino pensionistico ecc, sarà un sollievo sapere che in caso di pensionati non è necessario presentare una polizza assicurativa rischio impiego, che dev’essere invece necessariamente posseduta da chi non è in pensione ma è un normale lavoratore.

A questo punto, per la scelta della finanziaria a cui rivolgersi c’è solo l’imbarazzo della scelta: da Compass a Findomestic, da Agos a Intesa Sanpaolo è presente una vasta gamma di istituti creditizi che concedono prestiti con Cessione del Quinto totalmente personalizzabili e rispondenti alle esigenze dei clienti pensionati.
Con la società creditizia Compass ad esempio, richiedere un prestito auto per pensionati con Cessione del Quinto è un gioco da ragazzi: basterà connettersi sul sito ufficiale della finanziaria per conoscere tutte le agevolazioni che Compass ha in serbo per i propri clienti. Tra le peculiarità segnaliamo: l’assenza di spese di intermediazione, le rate fisse e costanti per tutta la durata del finanziamento, la possibilità di personalizzare gli importi e il piano di ammortamento, i tassi convenzionati con INPS, ex INPDAP ed ex ENPALS e l’assenza di garanti richiesti.
Sarà necessario semplicemente fornire la documentazione indicata all’interno del sito di Compass, la somma desiderata e il tipo di finalità a cui sono destinati i soldi del prestito (in questo caso l’acquisto di un’auto).

Prestito INPDAP per acquisto auto

Abbiamo concluso il paragrafo precedente nominando alcuni enti previdenziali che si occupano in prima persona della regolamentazione e dell’erogazione delle pensioni e degli stipendi, ed è proprio questo tipo di ente che da qualche anno ha cominciato a proporre prestiti dedicati ai pensionati finalizzati all’acquisto di una nuova vettura. Andiamo a vedere nelle righe successive di cosa si tratta e com’è possibile richiedere un finanziamento di questo tipo all’INPDAP, l’ente previdenziale che ha ideato il prestito auto per pensionati in questione.

Benché l’INPDAP stesso sia stato soppresso a partire dal 1 Gennaio 2012, i prodotti di quest’ente sono stati trasferiti nelle mani dell’INPS che li ha resi ugualmente fruibili pur in assenza dell’ente “responsabile”. Questo finanziamento viene concesso ai dipendenti e pensionati iscritti alla gestione ex INPDAP e prevede dunque l’erogazione di una somma destinata all’acquisto di una nuova macchina. Il prestito in questione viene detto finalizzato proprio perché viene specificata già dal primo momento qual è la finalità del finanziamento.

Quest’ultimo risulta essere pluriennale e della durata di cinque anni, e l’importo massimo erogabile ammonta a 20.000 euro rimborsabili tramite Cessione del Quinto, pratica di cui si è già parlato nelle righe precedenti.
Nel caso di prestito pluriennale diretto, il prestito viene erogato direttamente dall’INPS gestione ex INPDAP, mentre per quanto riguarda i prestiti pluriennali garantiti il denaro sarà reso disponibile dalle banche e dalle società finanziarie convenzionate con l’ente previdenziale. La regolamentazione di questo prestito auto per pensionati prevede che il cliente sia l’unico proprietario della vettura acquistata.

Per quanto riguarda le cifre, il tetto massimo richiedibile e il tipo di tasso applicato, presso il sito ufficiale dell’INPS sono disponibili tutte le informazioni necessarie. Un altro interessante servizio offerto all’interno della suddetta piattaforma web, è la presenza di un comodo simulatore che consente di calcolare un preventivo inserendo all’interno di una griglia tutte le informazioni necessarie e la liquidità desiderata, così da avere le idee chiare sul da farsi.

Come può trasparire dai paragrafi precedenti, richiedere un prestito auto per pensionati è un’operazione semplice che si può portare a termine in diversi modi a seconda delle esigenze e delle preferenze dell’individuo, a dimostrazione del fatto che l’età non vincola né limita in alcun modo neanche per quanto riguarda il panorama finanziario/creditizio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *