Piccoli prestiti per pensionati

Piccoli prestiti per pensionati

Richiedere un piccolo prestito al giorno d’oggi è un’operazione semplice e alla portata di tutti, e per i pensionati il discorso non cambia. Le esigenze possono essere delle più disparate: dall’acquisto di un regalo per un amico o parente all’organizzazione di una festa fino ad arrivare all’acquisto di un elettrodomestico o alla ristrutturazione di una stanza della propria casa.
Nell’era in cui viviamo infatti, i pensionati non sono più membri ormai “dimenticati” dalla società, ma ne sono parte integrante e pertanto hanno tutto il diritto di avere a che fare con società finanziarie capaci di assecondare in maniera ottimale le esigenze del caso.

preventivo prestito

I pensionati che hanno intenzione di richiedere piccoli prestiti dovrebbero sapere che, per chi presenta un cedolino pensionistico, sono presenti particolari agevolazioni capaci di alleggerire di molto il costo di un finanziamento permettendo di optare per piani di ammortamento flessibili e tassi agevolati.

A questo proposito, nei paragrafi che seguono andremo ad approfondire in maniera quanto più esaustiva tutte le caratteristiche dei piccoli prestiti richiedibili dai pensionati: saranno illustrate le modalità per la richiesta di questi finanziamenti, i requisiti per ottenerli e infine forniremo un esempio pratico riguardante un particolare tipo di piccolo prestito concesso dall’ente previdenziale INPS.

Quali sono i requisiti e le informazioni necessarie per richiedere un piccolo prestito per pensionati?

Come per tutti i prodotti finanziari, anche nel caso dei piccoli prestiti per pensionati è necessario premunirsi di alcuni requisiti fondamentali che permettano di ottenere il denaro desiderato in tutta tranquillità. Tuttavia non bisogna pensare che in questo particolare caso sia obbligatorio presentare chissà quali garanzie aggiuntive o troppi documenti elaborati: le aziende finanziarie e gli enti bancari hanno messo a punto sistemi di erogazione sicuri e rapidi capaci di soddisfare pienamente le esigenze di ogni tipologia di clientela senza dover far fronte a inutili scartoffie o trafile burocratiche interminabili.

Ma andiamo ora ad elencare quali sono i principali requisiti per richiedere un piccolo prestito per pensionati. In primo luogo bisogna presentare i documenti d’identità principali, come la carta d’identità, il codice fiscale in corso di validità, il CUD o il cedolino pensionistico e l’eventuale permesso di soggiorno in caso di residenza al di fuori dell’Italia.
Altri requisiti fondamentali per ottenere un piccolo prestito per pensionati (che tuttavia non tutti gli istituti bancari richiedono) sono: la stipula di una copertura assicurativa, il cui costo viene sommato direttamente alle spese generali previste dal finanziamento, e la Comunicazione di Cedibilità, un documento essenziale che permette di avviare con successo il preventivo del prestito desiderato.

Tra i requisiti non comuni a tutti gli istituti bancari vi è per esempio l’età massima per richiedere un piccolo prestito, che per alcuni è fissata tra i 75 e gli 80 anni mentre per altri istituti (come per esempio nel caso dell’ente previdenziale INPS) può arrivare fino ai 90 anni.
Un altra caratteristica interessante riguardante i requisiti necessari per i pensionati che intendono ottenere finanziamenti di piccole entità è il tipo di pensione accettata dalle società creditizie al fine di erogare il prestito. Tra gli emolumenti riconosciuti vi sono: la pensione di anzianità, di vecchiaia, di reversibilità, di inabilità o di invalidità.

In questo caso tuttavia è doveroso fare delle distinzioni: a seconda del tipo di pensione infatti la somma massima richiedibile può cambiare, così come l’età o il tipo di agevolazione concesso in sede di contratto.

Per quanto riguarda le informazioni necessarie alla banca o all’ente al fine di concedere un piccolo prestito con Cessione del Quinto ad esempio, l’istituto creditizio a cui ci si rivolge si dovrà impegnare in primo luogo a ricavare dal totale dell’emolumento la quota massima detraibile dalla pensione.

Piccoli prestiti per pensionati: ecco come richiederlo online

Dopo aver visionato quelli che sono i requisiti fondamentali e le caratteristiche richieste da enti bancari e creditizi al fine di concedere un piccolo prestito per pensionati, andiamo a vedere com’è possibile richiederne uno nel modo più semplice e immediato possibile.
Benché al giorno d’oggi vi siano ancora parecchie persone che si recano presso gli uffici fisici per sbrigare le pratiche burocratiche legate ai finanziamenti, il secolo in cui viviamo ci consente di evitare una volta per tutte di trascorrere interminabili ore agli sportelli degli uffici grazie al sistema virtuale.

Molte persone probabilmente sono spaventate dal mondo del web e hanno timore di entrarvi poiché “non hanno più l’età” o temono di “combinare guai”. Tuttavia bisogna rendersi conto che internet è una realtà alla portata di tutti, e specialmente nell’ultimo periodo le società finanziarie si sono mobilitate al fine di rendere il proprio sito web il più intuitivo e comodo possibile.

Presso le piattaforme virtuali ufficiali degli istituti creditizi e degli enti bancari infatti, è possibile trovare, all’interno della pagina che illustra le caratteristiche del prestito desiderato, il modulo da compilare online con tutte le informazioni necessarie per ottenere il finanziamento adatto alle proprie esigenze in tutta comodità dal proprio computer di casa.

In questo, i piccoli prestiti per pensionati non fanno certo eccezione: dopo essersi muniti di tutti i requisiti necessari elencati nel paragrafo precedente infatti, sarà sufficiente seguire pedissequamente le istruzioni riportate all’interno del documento virtuale e, se la propria richiesta di finanziamento verrà accettata, non resterà che attendere la modica liquidità desiderata e sfruttarla a seconda delle proprie necessità.

Un altro utilizza che si può fare delle piattaforme online è quello di confrontare tutti i prestiti presenti online al fine di trovare il più adatto alle proprie esigenze: sul web esistono infatti alcuni siti internet che si occupano di trovare il finanziamento ideale tramite un’indagine incrociata che prende in esame tutti i prodotti proposti dalle società creditizie in base alle caratteristiche inserite in un apposito modulo da compilare inizialmente.

Prestiti per pensionati INPS: piccole somme a tassi agevolati

Oltre alle più note finanziarie come Findomestic, Unicredit o Intesa Sanpaolo, esistono dei particolari finanziamenti che, essendo concessi da chi in prima persona si occupa dell’erogazione di emolumenti, risultano essere particolarmente adatti al fine di richiedere piccoli prestiti per pensionati che rispondano in maniera esaustiva alle proprie esigenze.
I prestiti per pensionati INPS sono concessi dall’ente previdenziale in questione sotto forma di finanziamento con Cessione del Quinto e consentono di avere a disposizione diverse agevolazioni.
Tra le condizioni più vantaggiose di questo tipo di prestito erogato dall’INPS troviamo ad esempio il valore dei tassi d’interesse, che si aggirano intorno al 4,5%.

Il prestito con Cessione del Quinto consiste in un finanziamento che viene rimborsato attingendo direttamente dalla propria pensione prelevando ogni mese una somma non superiore al 20% (e dunque a un quinto) del proprio emolumento. In questo modo si ottiene un piano di ammortamento sostenibile che non pesa minimamente sulle tasche del cliente ma permette comunque di ottenere piccole somme di denaro per soddisfare le esigenze più disparate.

Per ottenere il finanziamento sarà sufficiente recarsi presso il sito web dell’ente previdenziale e seguire le istruzioni circa la corretta compilazione del modulo, tuttavia, per chi lo preferisce, è anche possibile recarsi presso gli uffici così da poter ottenere delucidazioni in prima persona.
Presso il sito ufficiale dell’INPS inoltre esiste una sezione dedicata che, in modo semplice ed intuitivo, consente di effettuare un preventivo in poche mosse così da aver chiaro fin da subito quale decisione prendere.

Per simulare un preventivo all’interno della suddetta piattaforma web sarà necessario inserire l’importo desiderato, la propria occupazione (in questo caso bisognerà spuntare la casella “pensionato”) e infine i propri dati anagrafici, con tanto di e-mail e numero di telefono.
A questo punto la richiesta di preventivo, che risulta essere a titolo totalmente gratuito, sarà immediata.

Come si è potuto evincere dalla lettura di queste righe, richiedere un piccolo prestito per pensionati al giorno d’oggi non è più un’operazione complicata: esistono molteplici opportunità che rendono possibile, per chi fosse in pensione, la realizzazione dei propri progetti o l’estinzione delle spese che si intende sostenere in maniera semplice e immediata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *